Avviso

In obbedienza ai decreti di Urbano VIII, quando su questo sito vengono trattati semplici Testimoni e vengono usate espressioni come “santo”, “degno degli altari” e simili, l’Autrice non intende in nulla anticipare il giudizio ufficiale delle competenti autorità ecclesiastiche.
S’impegna, inoltre, a rimuovere l’articolo nel caso il personaggio trattato si dimostrasse indegno della qualifica attribuitagli.

domenica 10 giugno 2018

Gli striscioni più belli per i preti novelli (Le 5 cose più #13)


Ieri nel Duomo di Milano si sono tenute le ordinazioni sacerdotali. Ventitré candidati diocesani, cinque del PIME e un Benedettino Olivetano hanno risposto “sì” alle domande dell’Arcivescovo monsignor Mario Delpini, si sono prostrati alle Litanie dei Santi, hanno ricevuto la casula come il “vestito più bello” donato al figlio prodigo della parabola, hanno scambiato l’abbraccio di pace tra di loro, con i confratelli e i familiari e, per la prima volta, sono saliti all’altare per consacrare il pane e il vino.
Mai come quest’anno, però, il clima che pervadeva le persone che li aspettavano all’esterno della Cattedrale, in quella che da più di un anno è via Carlo Maria Martini, era particolarmente intenso. Il motivo risiede nel motto di classe che i candidati diocesani hanno scelto: E cominciarono a far festa, tratto dalla già citata parabola del figlio prodigo, o del padre misericordioso, contenuta nel Vangelo di Luca.
Per questa ragione, ho pensato di presentare la mia classifica degli striscioni più originali, colorati e simpatici realizzati dalle parrocchie di origine e destinazione dei neo-sacerdoti. Dove vivo adesso ho avuto solo un’occasione di realizzare qualcosa di analogo, ma non fuori dal mio Duomo. A Dio piacendo, potrebbe toccare tra qualche anno a un ragazzo della parrocchia dove sono nata e cresciuta, ma è ancora prestissimo.
Preciso che tutte le foto sono opera mia. Dove le inquadrature non sono riuscite al meglio, è perché ero pressata dalla folla. Non metto i cognomi dei sacerdoti (ma uno mi è scappato) perché non vorrei che un giorno combinassero disastri e qualcuno finisse qui cercando notizie su di loro. 

giovedì 7 giugno 2018

I canti o inni dei preti ambrosiani (quarta parte: 2012-2018)


Nel 2015 avevo pubblicato un post dove cercavo di raccogliere quanto più materiale sui canti che ogni anno accompagnano le ordinazioni sacerdotali nella diocesi di Milano. L’elenco è risultato uno dei post più letti di tutto Testimoniando, ma anche uno dei più lunghi.
Di conseguenza, ho deciso di scorporarlo, presentando qui i canti o gli inni dei candidati sacerdoti dal 2012 a quest’anno, di cui sono in possesso o dei quali so come rintracciare testi, accordi, spartiti e magari anche qualche registrazione audio.
Se il brano è incluso in una raccolta ancora disponibile su CD, segnalo il nome del disco dove rintracciarlo. Mi permetto anche di dare delle personalissime indicazioni su come applicarli durante la Messa o durante incontri di preghiera sul tema della vocazione, non necessariamente al sacerdozio.

mercoledì 6 giugno 2018

I canti o inni dei preti ambrosiani (terza parte: 2005-2011)


Nel 2015 avevo pubblicato un post dove cercavo di raccogliere quanto più materiale sui canti che ogni anno accompagnano le ordinazioni sacerdotali nella diocesi di Milano. L’elenco è risultato uno dei post più letti di tutto Testimoniando, ma anche uno dei più lunghi.
Di conseguenza, ho deciso di scorporarlo, presentando qui i canti o gli inni dei candidati sacerdoti dal 2005 al 2011, di cui sono in possesso o dei quali so come rintracciare testi, accordi, spartiti e magari anche qualche registrazione audio.
Se il brano è incluso in una raccolta ancora disponibile su CD, segnalo il nome del disco dove rintracciarlo. Mi permetto anche di dare delle personalissime indicazioni su come applicarli durante la Messa o durante incontri di preghiera sul tema della vocazione, non necessariamente al sacerdozio. 

martedì 5 giugno 2018

I canti o inni dei preti ambrosiani (seconda parte: 1991-2004)

Nel 2015 avevo pubblicato un post dove cercavo di raccogliere quanto più materiale sui canti che ogni anno accompagnano le ordinazioni sacerdotali nella diocesi di Milano. L’elenco è risultato uno dei post più letti di tutto Testimoniando, ma anche uno dei più lunghi.
Di conseguenza, ho deciso di scorporarlo, presentando qui i canti (o gli inni, come sono anche detti) dei candidati sacerdoti dal 1999 al 2004, di cui sono in possesso o dei quali so come rintracciare testi, accordi, spartiti e magari anche qualche registrazione audio.
Se il brano è incluso in una raccolta ancora disponibile su CD, segnalo il nome del disco dove rintracciarlo. Mi permetto anche di dare delle personalissime indicazioni su come applicarli durante la Messa o durante incontri di preghiera sul tema della vocazione, non necessariamente al sacerdozio.
Sul canale YouTube del Seminario di Milano, gradualmente, si stanno inserendo le versioni originali di quelli più recenti: quando possibile, le metto.

lunedì 4 giugno 2018

I canti o inni dei preti ambrosiani (prima parte: 1976-1990)

Nel 2015 avevo pubblicato un post dove cercavo di raccogliere quanto più materiale sui canti che ogni anno accompagnano le ordinazioni sacerdotali nella diocesi di Milano. L’elenco è risultato uno dei post più letti di tutto Testimoniando, ma anche uno dei più lunghi.
Di conseguenza, ho deciso di scorporarlo, presentando qui i canti o gli inni dei candidati sacerdoti dal 1976 al 1990, di cui sono in possesso o dei quali so come rintracciare testi, accordi, spartiti e magari anche qualche registrazione audio.
Se il brano è incluso in una raccolta ancora disponibile su CD, segnalo il nome del disco dove rintracciarlo. Mi permetto anche di dare delle personalissime indicazioni su come applicarli durante la Messa o durante incontri di preghiera sul tema della vocazione, non necessariamente al sacerdozio.

giovedì 31 maggio 2018

Squarci di testimonianze #23: il Corpus Domini a Gratosoglio


L'immagine scelta per il manifesto della processione (credo sia di una degli anni scorsi) (fonte)
Dopo mesi e mesi di attesa, la processione del Corpus Domini per la città e la diocesi di Milano quest’anno tocca alle parrocchie del quartiere dove abito. Per questa ragione, oltre che per alleggerire gli impegni del mio parroco, avevo preparato un articoletto che potesse servire ai redattori di Milano Sette, l’inserto domenicale diocesano di Avvenire. Già un’altra volta era capitato che un mio pezzo fosse stato pubblicato lì, ma stavolta ho preferito attendere che mi venisse chiesto. Alla fine, infatti, è stato intervistato direttamente il parroco.
Così, per non sprecare il lavoro, ho pensato di condividere qui il mio scritto. L’ho preso come un esercizio di stile (i virgolettati del parroco sono tratti da un articolo uscito sull’informatore parrocchiale), ma non solo: scrivendo, ho cercato di mettere in evidenza quanto di buono c’è dalle mie parti, specie quando ci si prepara a celebrare una solennità così importante.
Forse non verrà benissimo, ma io sono determinata più che mai a fare la mia parte. In fondo, come mi hanno consigliato molte persone in questi giorni, non è questione di far bella figura: piuttosto, di ringraziare il Signore per la Sua Presenza tra noi. Dopotutto, Eucaristia vuol proprio dire “rendimento di grazie”.
Dimenticavo: da quando ho memoria, la processione diocesana del Corpus Domini si è sempre tenuta nel giovedì dopo la domenica della Santissima Trinità, ma la solennità era celebrata la domenica seguente (come nel Rito Romano). Dal 2008, anno della risistemazione del calendario liturgico ambrosiano, la solennità è stata definitivamente collocata al giovedì, con la possibilità, per motivi di opportunità pastorale, di replicarla alla domenica.

domenica 27 maggio 2018

Tre domande a... Lodovica Maria Zanet: come scoprire e dimostrare la santità


La copertina de La santità dimostrabile
Chi è?

Lodovica Maria Zanet, milanese di nascita, ha alle spalle una laurea in Filosofia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, completata da un dottorato presso la Scuola Superiore di Alti Studi del San Carlo di Modena. Già Borsista del Centro Universitario Cattolico della CEI, oggi collabora con l’Università Cattolica ed è docente alla sezione torinese della Pontificia Università Salesiana. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, in ambito filosofico e di spiritualità. 
Collabora anche con la Postulazione Generale dei Salesiani per la quale, in particolare, è incaricata di redigere le “Positiones” (plurale di “Positio”, la presentazione argomentata delle prove) sulle virtù eroiche o il martirio dei candidati agli onori degli altari. Nel 2014 ha conseguito il Diploma di Postulatore rilasciato dalla Congregazione delle Cause dei Santi.

Cosa c’entra con me?