Avviso

In obbedienza ai decreti di Urbano VIII, quando su questo sito vengono trattati semplici Testimoni e vengono usate espressioni come “santo”, “degno degli altari” e simili, l’Autrice non intende in nulla anticipare il giudizio ufficiale delle competenti autorità ecclesiastiche.
S’impegna, inoltre, a rimuovere l’articolo nel caso il personaggio trattato si dimostrasse indegno della qualifica attribuitagli.

sabato 30 giugno 2012

Una vita come la tua


Si sta avvicinando l’apertura dello speciale Anno della Fede, indetto da papa Benedetto XVI per ricordare il cinquantesimo anniversario dall’apertura del Concilio Vaticano II. Le iniziative in preparazione di esso e per far arrivare i suoi contenuti a tutti i fedeli si moltiplicano di giorno in giorno, anche sul web.
Le suore Figlie di San Paolo, o Paoline per brevità, in prima linea fin dalla loro fondazione per comunicare il Vangelo con tutti i mezzi disponibili all’ingegno umano, hanno prodotto uno strumento per vivere al meglio quest’occasione di grazia. Si tratta di una rubrica del sito della loro Casa Editrice, denominata Una vita come la tua.
Ne parlo perché le curatrici del progetto, alcune novizie Paoline, propongono a scadenza settimanale un testimone del nostro secolo, con l’ausilio di un estratto da testi di vario genere a lui riferiti, riportato sia in forma scritta che in audio. Del primo appuntamento, ad esempio, è protagonista Madeleine Delbrêl, che ha influito moltissimo nella spiritualità moderna.
Per chi fosse interessato ad approfondire, qui si trova l’archivio di tutti i materiali, nella speranza che, come hanno scritto le novizie, i lettori e le lettrici di oggi “amplifichino i loro orizzonti culturali e assumano quella speranza creatrice che va al di là del quotidiano”.

Una nota personale: ho conosciuto una delle ragazze che si occupano del progetto, che mi è stata presentata dalla Superiora delle Paoline di Milano. Ci sentiamo molto poco, perché non voglio distrarla dal suo percorso, ma ogni volta che risponde alle mie mail m’infonde tanto coraggio ed entusiasmo. Spero che lo faccia, mediante quest’iniziativa, con un numero crescente di persone.

Nessun commento:

Posta un commento